Scroll Top

Da Vinca al solco di Equi Terme

Itinerario a piedi

Quando il sole sorge sulle Alpi Apuane davanti ai nostri occhi si schiude un panorama indimenticabile. I raggi si specchiano sulle bianche pareti marmoree riflettendo una luce particolare il cui splendore arriva sino al mare, dove lo spettacolo di questo angolo di Toscana si perde tra i flutti marini.

Le creste aguzze e innevate del Garnerone e la cima “più formosa” del Monte Sagro dominano la bella vallata in cui, a mo di vedetta, è arroccato il piccolo e caratteristico borgo di Vinca.

Prendendo la strada asfaltata verso Equi cominciamo la nostra discesa. Il sentiero numero 39, si imbocca subito dopo il cimitero al di fuori del paese conducendo dopo un breve tratto ad una chiesetta. Dalla piccola terrazza situata di fronte alla cappella lo sguardo può spaziare su tutta la valle e sugli imponenti balzoni del monte Sagro. Il paesaggio è tipicamente alpestre e le coste delle montagne sono tutte terrazzate, segno di una importante attività agro-pastorale oramai quasi dimenticata.

Dopo mezz’ora di cammino incontriamo i resti della casa San Giorgio, da cui parte un sentiero che conduce all’eremo Maestà di Vinca posto sul fianco di un canale roccioso. Ritornati sul sentiero si prosegue in discesa lungo una mulattiera sino ad incontrare ciò che rimane del Castellaccio, un’antica fortificazione che dominava la vallata e di cui si conservano, soffocate dalla vegetazione, un torrione e le mura.

Lasciati i ruderi e continuando per circa mezz’ora giungiamo a quota 340 metri al borgo di Aiola, formato da case che portano ancora inciso sul portale l’anno della loro costruzione. Visitato il paese, in cui nel 1686 i Medici tentarono di aprire una miniera di rame, si prosegue lungo la mulattiera che attraversando un bel castagneto conduce al conosciuto paese di Equi Terme.
Oltre il paese, imboccando il sentiero numero 192, ci addentriamo nella suggestiva gola chiamata Solco di Equi e segnata dallo scorrere del fiume Lucido. Il solco termina sotto la maestosa e verticale parete Nord del Pizzo d’Uccello. La bellezza e la forza di questa muraglia di roccia lascia senza parole.

Itinerario tratto da La Rivista del Trekking – edizione marzo 2009
Testi di Paolo Pucci

Dettagli

Località di partenza: Vinca (m 808)
Località di arrivo: Solco di Equi Terme (m 250)
Tempo di percorrenza: 3 ore
Difficoltà: E
Dislivello: + 600 metri
Segnaletica: Sentieri CAI